Non guardare alla mia forma esteriore, ma prendi ciò che ho in mano....

Incontri di Studio

Articoli

Racconti

La dispensa

  English version  

 

Fondamenti del Pensiero Gurdjieffiano

 
 

 

 

 



 

Questo sito è dedicato al Lavoro e a tutti i Cercatori

 

L'Enneagramma

Scopri il significato  

di un antico simbolo  

Biografia

notizie sulla vita
di Gurdjieff  

Pagina dei links

Scambio di Banner

Segnala il tuo sito

 

Mailing list

 

Iscriviti alla nostra
Mailing list

 





Brucia dentro e, forte,  grida
di una voce senza voce, che lacera le carni e che riempie
tutti i vuoti.

Ubriaca come vino, è intenso e come il fuoco consuma.
Deciso,  non ti lascia un solo istante, ti accompagna,
ti toglie l’aria ed il respiro diventa affannoso.

Un desiderio,  incessante che in alcuni momenti accantoni
perché hai paura che possa distruggere il tuo corpo.

Un ansia che sale dal petto, che vorresti soffiare via… lontano da te
Ma che poi  insegui, la preghi di restarti accanto, non ne puoi più fare a meno..

Perché ormai è parte di te.... 
...e senza di Lui c’è solo il freddo buio della “notte”!

Cristina Zareschi (Va)

 


 

Siedo
nello stomaco d’un silenzio
peso l’equilibrio
e scendo in me.

E sono e sento
sangue lento
e bevo il velluto
del sacro respiro. 

Con arte
ho imbrigliato il giovane fiume.

Gino Marielli (SS)

 


Se mi cercate non abito più qui.

La mia casa ora è nei campi e sulla sabbia

al punto di partenza dove chi sbaglia ha il coraggio di pagare

e chi non ha niente de darti almeno non mente.

Sappiate non abito più qui

ora sono del posto dove chi è vero non è preso per pazzo,

dove non bevi per dimenticare dove ti fermi e subito riparti.

Se mi cercate alla casa di prima,

in quella casa dove morivo pian piano pagando errori non miei,

tra pareti tinte di finzione

chiedendo a occhi che mai una volta mi guardarono dentro

per paura di dirmi hai torto o hai ragione;

Se mi cercate alla casa degli affetti e dei valori di prima

dove l’arma del ricatto era chiedermi scusa

e non fare niente altro;

dove i sensi di colpa e il disgusto tarlavano il mio cuore e la mente...

Sappiate non mi troverete

perché ora sono del vento e dell’estate

sono del posto dove quello che è stato è stato

dove niente è da vendere e niente si compra e niente è da rubare.

Se mi cercate non abito più qui.

Sono in viaggio incontro al maestrale!


di un Amico sulla Via

 

 



©Tutti i diritti sono riservati. La copia di qualsiasi porzione di questo sito senza autorizzazione verrà perseguita a norma di legge.